Giovedì, 19 Novembre 2020 16:07

CONFERENZE CULTURALI ONLINE In evidenza

ATTENZIONE: ANCORA POSTI DISPONIBILI!!!

 

Martedì 19 gennaio 2021 ore 21 – Divisionismo

Martedì 26 gennaio 2021 ore 21 – La nuova Brera

Per tenere desta l'attenzione sui temi culturali e artistici anche in questo periodo così triste anche per i musei e le mostre, il Gruppo Culturale in collaborazione con l’Associazione Orizzonti Culturali ha il piacere di comunicare che avvierà alcuni collegamenti con la piattaforma Zoom per poter godere insieme di almeno alcuni esempi di livello.

Vi proponiamo per iniziare:

1° incontro: 19 gennaio 2021 ore 21 – la mostra "Divisionismo - la rivoluzione della luce" allestita c/o Castello Visconteo Sforzesco di Novara

La mostra, ospitata nella magnifica cornice del Castello Visconteo Sforzesco, ha l’ambizione di essere la più importante mostra dedicata al Divisionismo realizzata negli ultimi anni, movimento giustamente considerato prima avanguardia in Italia. Promossa e organizzata dal Comune di Novara, dalla Fondazione Castello Visconteo e dall’Associazione METS Percorsi d’arte, è curata dalla nota studiosa Annie-Paule Quinsac, tra i primi storici dell’arte ad essersi dedicata al Divisionismo sul finire degli anni Sessanta, esperta in particolare di Giovanni Segantini – figura che ha dominato l’arte europea dagli anni Novanta alla Prima guerra mondiale –, di Carlo Fornara e di Vittore Grubicy de Dragon, artisti ai quali ha dedicato fondamentali pubblicazioni ed esposizioni.

2° incontro: 26 gennaio 2021 ore 21 - "La nuova Brera" c/o l'omonima celeberrima pinacoteca milanese - Il nuovo allestimento del museo più bello di Milano.

Tutta la storia del museo è efficacemente evocata nella galleria di accesso alle sale, che guarda il grande gesso di Napoleone opera di Canova, ed è il primo segnale per il visitatore che la passeggiata che si avvia a fare per le 38 sale non ha nulla di polveroso: è una passeggiata a passo di marcia in un luogo vivo, potente, talmente denso di capolavori concentrati da non lasciare mai il passo alla stanchezza. I nuovi colori, per lo più scuri ma saturi, insieme all’illuminazione eccezionale, sono uno stimolo fortissimo alla visione: a cominciare dai rossi che fanno da sfondo agli ori dei quadri e dei polittici medievali, ma soprattutto il blu intenso quasi pop della stanza dei veneti, quella del Cristo Morto di Mantegna. Più avanti, oltre i lombardi, i ferraresi e i marchigiani, unica in grigio chiaro, la stanzona dei pezzi da novanta: Piero della Francesca, Raffaello e il Cristo alla Colonna di Bramante. Una lampada Brera di Castiglioni, che ricorda l’uovo della Pala di Montefeltro, pende ridondante dal soffitto. Subito dopo i Carracci c’è l’unico ma potente Caravaggio di Brera, La cena in Emmaus. Per ritornare alla luce, si passa attraverso le vedute luminose di Canaletto nelle salette ellittiche della pittura settecentesca, e infine, in chiusura del percorso della Brera “antica”, Il bacio di Hayez, icona mondiale.

  • Le conferenze avranno una durata di 60/75 minuti circa

Quota di partecipazione (salvo conguaglio ed eventuale contributo):

Soci CRAL regolarmente iscritti: € 8 per ogni singola conferenza (min 25 max 40 partecipanti)

Le adesioni dovranno pervenire al Circolo entro e non oltre il 12 gennaio 2021 per la conferenza sul Divisionismo ed entro il 19 gennaio 2021 per la conferenza La nuova Brera utilizzando il consueto mod. 4243 specificando a quale conferenza aderite e saranno accettate fino ad esaurimento dei posti disponibili (si terrà conto della data di pervenimento del modulo alla Segreteria del Circolo. 

Il Referente,

Luigi Dotta

                                                                                             

Letto 136 volte Ultima modifica il Martedì, 12 Gennaio 2021 09:46
Altro in questa categoria: « COMUNICAZIONI Giorno della Memoria »